Seleziona una pagina

Il 25 gennaio sarà passato un anno esatto dal giorno della scomparsa di Giulio Regeni al Cairo.
#365giornisenzaGiulio è il nome della giornata di mobilitazione organizzata da Amnesty Italia, in collaborazione con la Repubblica, per continuare a chiedere la verità sul brutale omicidio del ricercatore italiano.


A Roma la giornata comincerà alle 12.30 alla Sapienza Università di Roma e si concluderà in Piazza San Lorenzo in Lucina con una fiaccolata alle 19.41, per le 19.41, l’ora in cui Giulio uscì per l’ultima volta dalla sua abitazione prima della scomparsa. Si terranno fiaccolate anche a Trieste, Trento, Rovigo, Cagliari, Bologna, Bergamo, Pesaro, Pescara, Lecce, Napoli, Palermo, Rovereto, Firenze, Perugia, ma l’elenco delle città che partecipano è in costante aggiornamento.

In questi mesi cittadini, enti locali, biblioteche, giornali, radio, programmi televisivi, personaggi dello spettacolo, scuole di ogni ordine e grado hanno colorato di giallo l’Italia intera per portare avanti la richiesta di verità per Giulio Regeni e per tutte le persone vittime di sparizione forzata e tortura in Egitto.

La manifestazione si aprirà alle 12.30 presso l’Università La Sapienza con il saluto del Rettore, prof. Eugenio Gaudio, e sarà condotta da Marino Sinibaldi, direttore di Radio3 Rai. Lo scrittore Erri de Luca e gli attori Arianna Mattioli e Andrea Paolotti leggeranno estratti dei diari di viaggio di Giulio Regeni. Interverranno, in collegamento telefonico, i suoi genitori.

Per aderire alle iniziative in programma è possibile consultare il sito di Amnesty International con la mappa degli eventi promossi in Italia.

Sulla terribile vicenda di Giulio Regeni segnalo:

Aggiornamento del 25 gennaio:

  • Valigia Blu ripercorre tutte le tappe di una vicenda che ha visto susseguirsi smentite, depistaggi, indagini giudiziarie e giornalistiche, ipotesi di complotti, silenzi e accuse politiche: Verità per Giulio Regeni.